AVAST SecureLine risponde all'elevata domanda di WiFi protetto

~ AVAST rileva che circa la metà degli utenti PC nel mondo acceda a hotspot WiFi non protetti; un terzo di questi esegue transazioni sensibili dal punto di vista della sicurezza ~

PRAGA, Repubblica Ceca, 24 giugno 2013 – AVAST Software ha oggi annunciato il lancio del proprio servizio di rete privata virtuale (virtual private network, VPN) SecureLine, che abilita i clienti a crittografare le proprie comunicazioni durante il collegamento a reti WiFi aperte. Si tratta della più recente mossa negli sforzi di AVAST per combattere la crescente minaccia degli hacker che potrebbero rubare i dati dei consumatori attraverso queste trasmissioni, tipicamente non protette. In un sondaggio globale su più di 340.000 respondents, AVAST ha rilevato che l'utilizzo di WiFi non protetto è un problema comune in tutto il mondo.

"Abbiamo sviluppato SecureLine a causa della crescente domanda dei nostri clienti", ha dichiarato l'Amministratore Delegato di AVAST Vincent Steckler. "La metà degli utenti di PC negli USA accede ad hotspot WiFi non protetti. E circa un terzo di questi esegue transazioni sensibili dal punto di vista della protezione, quali ad esempio shopping, attività bancarie o qualsiasi cosa necessiti di una password, nonostante il rischio che gli hacker catturino le loro credenziali durante la transazione".

La rapida crescita nell'utilizzo del WiFi pone rischi crescenti sulla sicurezza

Mentre il software antivirus gestisce la maggior parte degli attacchi contro computer e dispositivi mobili, il rischio che i dati siano rubati da hacker che rubano login e password su WiFi pubbliche è una preoccupazione crescente. Negli USA, e in tutto il mondo, circa il 50% delle persone si collega tramite WiFi pubblica; più di due terzi utilizza Internet non protetto ogni giorno. Col numero di persone che utilizzano hotspot pubblici che continua a crescere rapidamente, la probabilità che una vulnerabilità della protezione attragga gli hacker e influenzi i consumatori cresce di conseguenza.

AVAST ha risolto il problema per i consumatori con avast! SecureLine, che utilizza la codifica secure-socket layer (SSL) e chiavi/certificati di protezione per proteggere le comunicazioni Internet su reti WiFi altrimenti non protette.

"Abbiamo incorporato SecureLine in avast! antivirus, con versioni sia gratuite sia a pagamento, quindi si tratta essenzialmente di un'attivazione con un solo clic per iniziare ad utilizzarlo", ha dichiarato il Chief Technology Officer AVAST Ondrej Vlcek. "I nostri ricercatori nel campo della protezione sono costantemente alla ricerca dei vettori di minacce emergenti e abbiamo rilevato che il numero di minacce provenienti da questi hotspot pubblici non protetti è ora più grande che mai. Quindi abbiamo costruito una soluzione che sia davvero in grado di proteggere i nostri utenti da questi pericoli, con operazioni completamente automatizzate e un impatto minimo sul loro comfort".

Come funziona avast! SecureLine

avast! SecureLine si integra senza problemi in tutti i prodotti AVAST gratuiti e a pagamento. Quando i clienti AVAST si collegano a una WiFi non protetta, ricevono un messaggio che fornisce loro indicazioni sui rischi di utilizzare una connessione WiFi pubblica e non protetta, nonché sulla scelta di una connessione VPN protetta tramite avast! SecureLine. I clienti sono quindi indirizzati all'interfaccia utente dove possono avviare il servizio, che può essere anche attivato preventivamente dal cliente in qualsiasi momento. Una volta attivato, avast! SecureLine è automaticamente abilitato ogni volta che il cliente si collega a un hotspot WiFi pubblico per proteggere e rendere anonime tutte le attività online del cliente.

avast! SecureLine VPN è disponibile come programma autonomo o direttamente nel software avast! antivirus; in quest'ultima opzione non vi è nulla da scaricare o installare. Supporta PC Windows e ha un costo iniziale di 7,99 euro al mese.

X